Education Sexuelle – Il 900

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 23/07/2017
9:00 pm - 11:00 pm

Luogo
Piazzale Ceccarini

Categorie


A Riccione, città notoriamente votata alla vacanza e al mondo notturno, dal 23 luglio al 5 agosto è allestita nel Palazzo del Turismo la mostra ”L’Education Sexuelle. Il Novecento nelle case chiuse tra New York e Parigi” curata da Andrea Speziali. L’esposizione che si svolge in contemporanea alla mostra fotografica ”Italian Liberty”, presenta al pubblico autentici disegni di natura erotica/pornografica realizzati da diversi artisti nei primi del Novecento. Una collezione composta da oltre 200 opere inedite rinvenuta di recente. Sopra ogni più rosea previsione l’attuale proprietà concede il prestito di alcuni acquarelli, matite colorate e illustrazioni a grafite considerato che a Riccione l’artista Mirko Vucetich vi realizzò nel 1923 le ville Lampo e Antolini. In mostra a che una stampa antica di Agostino Carracci sopravvissuta alla rovina delle matrici da parte della Chiesa all’epoca. Una trentina di opere saranno fruibili nella sala del palazzo a ingresso libero per il pubblico maggiorenne.

(Adnkronos) è stata casualmente trovata una cartella contenente circa duecento disegni erotici o esplicitamente pornografici apparentemente realizzati da diversi noti artisti attivi fra ‘800 e ‘900, fra i quali Alberto Vargas, Franz von Bayros, Amedeo Modigliani, Auguste Rodin, Mirko Vucetich. Il ritrovamento è stato compiuto da un erede, residente a Roma, che stava rovistando negli archivi del padre. A riferirlo è Andrea Speziali, presidente di Italia Liberty, secondo il quale l’erede si è rivolto proprio lui per una prima valutazione del materiale, che sarebbe parte di un più ampio e meno recente ritrovamento, già reso noto circa due anni fa dallo stesso Speziali. Le opere sono, descrive Speziali, “pastelli, carboncini, matite colorate, acquerelli e chine datati da inizio Novecento agli anni dell’Art Déco assieme a qualche opera datata anni ’60. Si sono individuate subito prestigiose firme di autori che hanno segnato un’epoca. Tra essi l’illustratore Alberto Vargas, famoso per le ragazze Pin-Up apparse anche nelle copertine della rivista Playboy”.

“La maggior parte delle opere è attribuibile a Mirko Vucetich” afferma Speziali per il quale fra le altre vi è anche “un possibile Klimt”, specificando che “diversi carteggi presentano nella carta un timbro speciale e quasi tutti sono datati e firmati”. (Adnkronos)